Callosità ai piedi

Callosità ai piedi o ipercheratosi

L’ipercheratosi (o callosità) è un maggiore ispessimento ed accrescimento dello strato corneo che si presenta come risposta difensiva di tipo fisiologica della cute ad un determinato stimolo.

In base alla sua espansione abbiamo:

  • Durone: ipercheratosi diffusa localizzata a livello plantare in corrispondenza delle teste metatarsali e del tallone.
  • Callo: ipercheratosi circoscritta indicata anche come TILOMA.

Il callo dal punto di vista clinico si distingue in: callo duro, callo molle, callo vascolare, callo neurovascolare

Il callo in base alla sede si distingue in: callo digitale dorsale, callo digitale apicale e terminale, callo interdigitale (molle perché si trova in mezzo alle dita), callo plantare.
Il callo può essere semplice o provvisto di uno o più nuclei centrali ad introflessione a cuneo (FITTONE)

Come si presenta l’ ipercheratosi

In base alla risposta cutanea l’ ipercheratosi può essere:

  • FISIOLOGICA: quando non comporta dolore, si presenta uniforme e molto spessa, vi è un modico aumento dello strato corneo e non si registrano apprezzabili interessamenti degli strati sottostanti; l’interlinea dermo-epidermica appare integra ed il derma non presenta reazioni flogistiche (infiammazione).
  • PATOLOGICA : quando è presente dolore e un notevole spessore. Il dolore è acuto, in genere di tipo trafittivo, lancinante ed urente (bruciore) con irradiazione non solo alle parti vicine ma anche verso l’ alto. Nelle callosità plantare il dolore si accompagna ad una sensazione di bruciore. Il dolore presente in posizione statica aumenta durante la deambulazione tanto da renderla impacciata e porta ad assumere posizioni antalgiche (pronazione o supinazione) o zoppia.
  • MECCANICA : dovuta a microtrauma dato dalla compressione o sfregamento di una zona cutanea.

Vi sono aree di callosità che caratterizzano alcuni quadri clinici come ad esempio :
callosità plantare dell‘ alluce può essere segno di ALLUCE VALGO o ALLUCE RIGIDO; mentre le callosità a livello della 1° e 5° testa metatarsale sono presenti in un piede con arcata anteriore molto accentuata. E’ chiaro quindi che la formazione di callosità a livello del piede non è altro che l’esito di un conflitto tra le varie strutture dovute ad azione meccaniche.

Cosa fare quando si presenta una callosità

Quando si presenta una callosità è importante quindi eliminarla attraverso un curettage podologico fatto da un bravo podologo adibito a questo. Poi è importante vedere il perché si forma e applicare un intervento di prevenzione e di valutazione della causa.

In base al problema che la causa si può attuare una prevenzione attraverso l’utilizzo di:

  • Ortesi plantari
  • Ortesi digitali in silicone su misura
  • Tubolari
  • Cambiamento di calzature