Come proteggersi dal sole

Come proteggersi dai raggi solari

L’estate porta il caldo e le belle giornate, stiamo più tempo all’aria aperta, andiamo al mare e in piscina, quindi esponiamo la nostra pelle al sole.

La pelle, che ora si considera un vero e proprio organo, è molto importante per la nostra salute, va protetta da tutto ciò che la può danneggiare perché è la barriera contro i microorganismi patogeni.

Le radiazioni dei raggi solari, in particolare gli UVA, che sono il 95% degli ultravioletti, sono presenti tutto l’anno, penetrano in profondità nella pelle danneggiandone la struttura (il collagene) e sono la causa di rughe, macchie, perdita di elasticità, secchezza. Sono pure i maggiori responsabili di forme cancerogene come il melanoma e il carcinoma cutaneo.

Gli UVB sono concentrati nel periodo estivo e nelle ore centrali del giorno e sono la maggiore causa di eritemi e scottature ma sono fondamentali per sintetizzare la vitamina D.

L’esposizione prolungata agli UVB può provocare cheratosi attinica e carcinoma cutaneo a cellule squamose.

Da tutto ciò si comprende che non ci si può esporre al sole senza una crema protettiva adatta al nostro tipo di pelle e a questo proposito consiglio innanzitutto di scegliere una crema con ingredienti naturali senza sostanze che possono causare allergie.

Inoltre se abbiamo la pelle chiara e delicata, così come per i bambini, è necessario iniziare con una protezione 50 e poi continuare con una 30 o una 25.

Per i soggetti con pelle normale e castana consiglio una protezione 30 o 25 e poi continuare con una 15.

Raccomando di usare anche anche uno stick labbra ad alta protezione.

Autore dell’articolo

Dott. ssa Raffaella Cecchini

Titolare di Farmanatura e  Famanatura Center.  Oltre 25 anni di esperienza in omeopatia, fitoterapia, integrazione, fiori di Bach, cosmesi naturale.