Alimentazione e sport

Alimentazione e sport

Una corretta alimentazione rappresenta il presupposto necessario per raggiungere il massimo rendimento atletico in qualunque pratica sportiva.

L’attività sportiva è considerata un’attività particolare dal punto di vista nutrizionale solo se effettuata a livello agonistico, in quanto in essa prevale in modo significativo, rispetto all’attività normale l’esercizio fisico e l’impegno psichico.

L’obiettivo di questo articolo è di proporre alcune linee guida nutrizionali a carattere generale per gli sportivi.

Una caratteristica distintiva dell’alimentazione dell’atleta è rappresentata da un aumento del fabbisogno di energia e quindi la razione alimentare giornaliera deve tener conto delle maggiori necessità sia in termini di energia sia per quanto riguarda i nutrienti non energetici.

La dieta dovrebbe distribuire la razione alimentare, che molte volte supera le 4000 kcal, nell’arco della giornata in modo da non interferire con gli orari degli allenamenti proponendo alimenti di facile digeribilità.

Importante dare largo spazio a carboidrati che dovrebbero rappresentare circa il 60% dell’intera quota giornaliera di energia. Di questi l’80% devono essere zuccheri complessi come quelli presenti in pane e pasta. Agli zuccheri semplici è affidata invece la copertura del restante 20%.

Le proteine andrebbero assunte in quantità pari a 1,0-1,5 g/kg di peso corporeo cercando di non superare mai i 2,0 g/kg di peso corporeo desiderabile. Importante preferire proteine con alto valore biologico.

Altro aspetto da non sottovalutare è l’apporto idrico che deve essere abbondante, non limitato al momento dei pasti principali, ma distribuito in tutto l’arco della giornata, anche durante la pratica sportiva, tanto più se svolta in condizioni di alta temperatura ed umidità relativa.

Non esistono alimenti <<magici>> o diete particolari che possano migliorare la prestazione atletica. Solo una sana e adeguata alimentazione aiuta ad affrontare al meglio gli impegni di allenamento e di gara.

L’alimentazione degli atleti deve tener conto delle caratteristiche antropometriche individuali e degli specifici programmi di allenamento, nonché della programmazione delle gare.

Autore dell’articolo

nutrizionista a perugia riccardo del buonoDott. Riccardo Del Buono

Biologo nutrizionista esperto in scienze dell’ alimentazione e nutrizione presso Farmanatura Center.